Categoria Trasporti e turismo

Il passeggero può chiedere alla compagnia aerea il risarcimento per la perdita dei propri oggetti personali anche nel caso in cui questi siano contenuti all’interno di un bagaglio non registrato a suo nome, bensì a nome di un altro passeggero imbarcato sullo stesso volo.

Dalla Corte di Giustizia europea arriva una nuova sentenza (causa C-136/11) in favore dei viaggiatori, questa volta in tema di trasporto ferroviario.

Il termine varia da Stato a Stato; per l’Italia il termine è di 2 anni.

Sulla Gazzetta Ufficiale del 3 ottobre scorso è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’Interno del 3 maggio 2012, con il quale, in un’ottica di semplificazione amministrativa e allo scopo di ridurre i tempi di rilascio e di rinnovo dei passaporti, si prevede che il passaporto elettronico potrà essere ricevuto direttamente al proprio domicilio, pagando […]

La Corte di Giustizia europea (cause riunite C-581/10 e C-629/10) interviene nuovamente in materia di diritto al risarcimento per i passeggeri che subiscono un ritardo prolungato del volo.